Aggiungi ai preferiti

Imposta come homepage
VOTA IL SONDAGGIO

 






 

SCRIVI
NEL
BLOG

 

03 Maggio 2015
GAME OVER.
DOPO 6 STAGIONI
IL QUARTO RETROCEDE
IN TERZA CATEGORIA.
IL SUSSULTO DELL'ULTIMA
GIORNATA VALE SOLO PER
EVITARE L'ONTA DELL'ULTIMO
POSTO, MA DALL'ANNO
PROSSIMO SI RICOMINCERA'
DAL BASSO, E SOLO
CON QUELLI CHE VORRANNO
RIPORTARCI SUBITO IN ALTO

26 Aprile 2015
UN QUARTO TANTO
ENCOMIABILE QUANTO
SFORTUNATO COMBATTE
ALLA PARI CONTRO LA
SECONDA DEL GIRONE,
MERITANDO IL COLPO GROSSO
E SBATTENDO INVECE
CONTRO PALI E TRAVERSE

19 Aprile 2015
TROPPO FACILE GIOCARE
CONTRO QUESTO QUARTO,
E ANCHE IL FONTANELICE
PASSEGGIA A TREBBO
SENZA PROBLEMI. CI SI
AGGRAPPA ALL'ARITMETICA

12 Aprile 2015
NON C'E' L'IMPRESA
IN CASA DI UNA DELLE
PRIME IN CLASSIFICA.
A MONGHIDORO IL QUARTO
NON SFIGURA MA LA
SITUAZIONE E' SEMPRE CRITICA

01 Aprile 2015
PASQUA AMARA PER IL
QUARTO, CHE NON RIESCE
A RISALIRE LA CHINA
CONTRO UN AVVERSARIO
SICURAMENTE ALLA PORTATA

29 Marzo 2015
NON E' DA BUTTARE
IL PAREGGIO OTTENUTO A
CASTENASO, MA LA VITTORIA
DELLA RIVALE PIANORESE
SCOMBUSSOLA I PIANI

22 Marzo 2015
SOLO UNA GIOCATA DI QUALITA'
AFFOSSA IL QUARTO CONTRO
IL CASTEL SAN PIETRO.
SISTEMATA LA FASE DIFENSIVA,
ORA E' VITALE RITROVARE
LA VIA DELLA RETE, MA
LA STRADA PER LA SALVEZZA
NON E' COSI' LONTANA

15 Marzo 2015
A PIANORO PREVALE LA
PAURA DI PERDERE, MA
E' COMUNQUE UN BUON
PUNTO CHE MANTIENE
INALTERATE LE DISTANZE

08 Marzo 2015
PARTITA POVERISSIMA, POI
I SOLITI MALI ED ERRORI
CONDANNANO IL QUARTO
CHE PUNTA TROPPO ALLO 0-0

01 Marzo 2015
SEGNALI DI RISVEGLIO DA PARTE
DEL QUARTO, CHE CONQUISTA
UN PUNTO IN CASA DELLA
JUVENILIA, DIRETTA
CONCORRENTE PER LA SALVEZZA

22 Febbraio 2015
CAMPO DEL TREBBO
IMPRATICABILE. RINVIATA
ANCHE LA GARA INTERNA
CONTRO IL MONTERENZIO

01 Febbraio 2015
SCONFORTANTE.
IL QUARTO PERDE UN ALTRO
SET, NON C'E' UN'IDEA DI
GIOCO, LA FASE DIFENSIVA
E' UN COLABRODO, TUTTI
DEVONO FARE MEA CULPA
E SENTIRSI IN DISCUSSIONE

25 Gennaio 2015
L'ENNESIMA DISFATTA.
SI PERDE SU TUTTI I FRONTI :
RISULTATO, MORALE E DIGNITA'.
E' ATTESA UNA RIVOLUZIONE
PER DARE UNA SVOLTA
AL CAMPIONATO

18 Gennaio 2015
IL QUARTO TIENE BOTTA
FINO ALLO SVANTAGGIO,
POI PERDE FIDUCIA E
LASCIA CAMPO LIBERO
ANCHE AL VALSANTERNO

21 Dicembre 2014
AL COSPETTO DELLA CAPOLISTA
SIEPELUNGA, IL QUARTO
NON SFIGURA E LOTTA
CON ONORE, MA LA CLASSIFICA
PREOCCUPA NON POCO

14 Dicembre 2014
LA SOSTA NON FA BENE
AL QUARTO, TRAVOLTO 3-0
IN CASA DELLA PONTICELLI

23 Novembre 2014
SLIDING DOORS TRA QUARTO
E CASTENASO : DAL RIGORE
(FALLITO) DEL POSSIBILE 2-1
ALL'HARAKIRI DELL' 1-2

16 Novembre 2014
SECCA SCONFITTA
PER IL QUARTO
IN CASA DELL'AMBIZIOSO
CASTEL SAN PIETRO

09 Novembre 2014
IL QUARTO SI AGGIUDICA
L'IMPORTANTISSIMO SCONTRO
DIRETTO CON LA PIANORESE,
RITROVANDO CONCRETEZZA
OFFENSIVA E LASCIANDO
IL PENULTIMO POSTO

L'ARTICOLO DEL PRES
Servivano i tre punti e li abbiamo ottenuti giocando contratti e intimoriti nel primo tempo nonostante il meraviglioso gol di Armaroli al 17º. Il primo tempo era una discesa continua dei ragazzi della Pianorese e nonostante il gol subìto avevano in Romagnoli, con maglia numero 19!, e Pazzaglia, un 10 intraprendente, occasioni ripetute e alle quali la nostra difesa ha ballato più volte. Il gol del pareggio nasce da un "dimenticarsi" una marcatura e da palla inattiva il tuttofare Golinelli insacca di testa realizzando un bel gol con grande tempismo. La fine del primo tempo si chiude con un tiro di Massi che lambisce il palo ma sarebbe stato più utile passare al centro e servire un solitario Armaroli che difficilmente avrebbe mancato il raddoppio.
Solita catechizzazione nell'intervallo di mister Cocchi e compattezza di gruppo per ottenere un positivo risultato. Ripresa con molti ammoniti dalle due parti e Golinelli trova il modo di essere espulso causa una diatriba verbale con mister Cocchi fuori dal campo... Sentite le frasi, seconda ammonizione e rosso che lascia la Pianorese in 10. Prima di questa espulsione era il Quarto ad andare in gol al 10º per merito di una discesa di Pinto che, come in un film già visto, crossa per Milito che di testa raddoppia. Armaroli viene sostituito da Predieri e il nostro nuovo centravanti inizia a fare a sportellate con i difensori avversari ma al momento buono, dopo una devastante discesa di Bufo, in diagonale più da cecchino d'area che da bomber grintoso come appare, insacca di giustezza al 25º. La Pianorese si sfalda e le belle giocate iniziali vengono sostituite da un gioco arruffone e prevedibile.
C'è tanto da fare per crescere e anche questa domenica abbiamo capito che sarà difficile fino all'ultimo minuto dell'ultima partita, ma la volontà di combattere c'è e si vede. Gli atleti del Quarto nei momenti difficili ne escono vincitori, con fatica e sudore, ma conquistano i tre punti senza alcuna dose di fortuna, bensì lottando e impegnandosi. Pistone ha salvato più volte la porta e il duo Gazzilli-Rubinetti, coppia di preparatori, ha di che gongolare. Una nota sull'arbitro sig. Ugolini che ha sostituito Paccagnella e, anche se attempato, ha dimostrato una esperienza notevole forse dal cartellino un po' troppo facile, ma rispettiamo le decisioni dell'uomo in fucsia!
Ci aspetta una trasferta intrigante la prossima settimana. Un Castel San Pietro dal campo meraviglioso e anche in parte portafortuna, speriamo! A rileggerci con il Pres... gli antibiotici non hanno sconfitto quartebola!

02 Novembre 2014
NEL GIORNO DEI DEFUNTI,
IL QUARTO NON E' MORTO
E OTTIENE UN PUNTO
PREZIOSO IN CASA DELLA
FORTE PALLAVICINI

L'ARTICOLO DEL PRES
Stiamo crescendo e si vede! Più che forte, la Pallavicini si dimostra strafottente prima e dopo il match, non tanto i giocatori, i quali hanno fatto tutti il loro dovere, ma la dirigenza meriterebbe un bel ultimo posto con 20 punti di penalizzazione... (bestemmie, minacce, mah!).
Veniamo alla partita che è meglio. Il Quarto in rossoblu parte intimorito e aspetta con ordine le sortite avversarie; nonostante le innumerevoli azioni dell'Antal, non si ricordano parate degne di nota per tutto il primo tempo. Stiamo bene in campo e le azioni pericolose le creiamo con Pinto massacrato dai difensori avversari e Massi che si propone spesso ma senza fortuna. Capitan Milito è evanescente e le giocate faticano a venire perché la predisposizione principale era di spezzare le trame avversarie. Primo tempo finito 0-0 dove possiamo segnalare nel Quarto una compattezza finora mai vista e nella Pallavicini alcuni giocatori di fisico non indifferente quali Abbenante, Mazzanti e Trombetti. Nel primo tempo la Pallavicini sostituisce al 25º il brizzolato Cuda ('74) per Zanni, un '95 che corre da subito moltissimo.
Secondo tempo con qualche folata del Quarto in attacco e ammonizioni per il capitano Iannone, il quale al 15º viene sostituito da un non pervenuto Caracchi. Gelosi dell'ammonizione scambiamo il favore, così Grazia su una ripartenza avversaria stende Trombetti e giustamente il cartellino giallo fuoriesce dal taschino, portando in dote una domenica di pausa per il difensore essendo in diffida. I dragoni vogliono strafare e per proteste viene ammonito prima Milito per una velata protesta, poco dopo il nostro ariete Massi entra deciso per una sbavatura di Bufo e viene anche lui omaggiato del prezioso cartellino, questa volta giustamente. Vengono in seguito ammoniti anche altri due giocatori della Pallavicini, Scalise e Carboni per gioco falloso. Al 25º prima sostituzione del Quarto: esce Scalzotto ed entra Di Curzio, si pone al centro ma non incide come vorremmo. Al 35º esce Marinaccio ed entra Mazzera, ma anche questa volta non c'è il cambio di passo e infine al 40º entra Predieri per Milito; il neoentrato fa sentire da subito il suo peso ma la partita finisce 0-0 e noi siamo soddisfatti per una prestazione convincente specialmente in difesa.
Scontro da non esasperare la prossima domenica: affrontiamo una Pianorese che ha un punto più di noi e anche se siamo al Trebbo, come detto da sempre, siamo entrambe fuori casa.

26 Ottobre 2014
PAREGGIO INTERNO PER
1-1 PER IL QUARTO
CONTRO LA JUVENILIA

L'ARTICOLO DEL PRES
Si torna al Trebbo e sembra di respirare aria di casa. Cambio di orario, si inizia un'ora prima e dubbi sullo stato dei giocatori: arriveranno in orario o saranno frastornati da questa ora di differenza? Tutto regolare, tutti arrivano al campo puntuali e la giornata pare promettere bene.
Nello spogliatoio ci si carica e il capitano di turno Milito chiama a raccolta i dragoni per dare una svolta a questo campionato maledetto. La Juvenilia si presenta con un organico nutrito di volenterosi giocatori ma già dalle prime battute si capisce che hanno solo tre punti di riferimento: Franchini, il capitano Galvani (un 10 dalla classe sopraffina) e Monducci sempre cercato e dalla grinta inesauribile.
Il Quarto cerca di imporsi ma da subito soffre i lanci degli avversari e spesso va in affanno, non iniziamo bene, anzi. Mister Cocchi da posizione strategica si sgola per sistemare l'organico in campo e a seguito di un'azione di rimessa cross di Pinto e gol di testa di Milito al 18º. Grande euforia, tanto entusiasmo e avversari che subiscono il colpo. Marinaccio e Pinto innescano più volte Armaroli ma le polveri tornano bagnate. Poche conclusioni degne e dramma al 28º del primo tempo: Armaroli chiede il cambio per un problema alla coscia. Al 35º entra così Di Curzio e tre minuti dopo con azione poco contrastata da De Marco, Monducci insacca con un potente tiro nell'angolo alto alla destra di Pistone. 1-1 e senza neppure accorgercene finisce il primo tempo.
Il mister scende dalla piccionaia e catechizza durante l'intervallo tutti i giocatori singolarmente e a reparto. La partita è alla nostra portata e i tre punti sono indispensabili. Inizio fremente con almeno tre occasioni pulite per Pinto che spreca banalmente e nonostante la buona volontà gli imolesi capiscono che il reparto avanzato punge poco e incominciano a salire schiacciando il Quarto nella propria metà campo. Si soffre e tanto anche perché Di Curzio e Mazzera non riescono a dare un positivo contributo e la formazione inedita (come sempre) del Quarto fatica a semplificare le giocate. Rischiamo ma Pistone diventa un baluardo insuperabile e toglie almeno tre palle già viste in rete. Finisce con un risultato tutto sommato incoraggiante anche perché dovremmo recuperare degli infortunati per le prossime partite. Al momento la formazione degli infortunati consta di Gardini, Telesca, Gamberini, Bignami, Dilluvio, Di Placido, Mela, i persi D'Andrea, Tusha, Ammirata, Pradetto, Predieri, Manni, Caroppi e i recenti reintegri di Marinaccio e Massi infortunati da troppo e finalmente in campo stoicamente ma con evidente ritardo di condizione.
Il penultimo posto è nostro e l'obiettivo è cercare di raggiungere quanto prima una posizione più tranquilla in classifica. Speriamo anche che la nuova malattia "quartebola" rientri presto non solo per i giocatori ma anche per i dirigenti... malati da troppo. La forza del gruppo è se il gruppo esiste e l'anima è parte della dirigenza, la forza è dei giocatori, l'insieme porta risultati!
La prossima sarà contro una Pallavicini che dopo un inizio disastroso ha inanellato vittorie e pareggi portando questa società al terzo posto in classifica. Facciamo gruppo e mettiamo in campo tutto quello che serve per fare bene.
IO SONO CON VOI
Il Pres

19 Ottobre 2014
IL QUARTO LOTTA MA
SOCCOMBE ANCHE A
MONTERENZIO, ED ORA
E' PENULTIMO POSTO

12 Ottobre 2014
GOL E SPETTACOLO A
FONTANELICE : 3-3 E IL
QUARTO MUOVE LA CLASSIFICA

L'ARTICOLO DEL PRES
Fontanelice presenta un panorama da incanto, quanto il campo di Valsanterno e quindi, viste le prospettive, l'inquietudine regnava sovrana. Tempo ottimo, anzi tendente al troppo caldo, ma disposti al sacrificio anche per solidarietà con il nostro capitano Gardini.
Inizio con studio reciproco e al 27º affondo solitario di Armaroli che con una prodezza dalla linea di fondo e seppur marcato trova una palombella in corsa che si insacca sul secondo palo dell'attempato portiere avversario Turrini (classe '73). Come capita spesso, gol fatto e doppietta subita! Al 30º Minoccheri, centravanti prestato dal basket, pareggia su una dormita della nostra difesa. Passano 10 minuti e il Fontanelice trova su punizione con Carboni il gol del vantaggio, bravo certamente, ma la posizione di Pistone è tutta da rivedere: posizionata la barriera, non è concepibile mettersi a fianco del proprio palo, lasciando sguarnita una porzione di porta di circa 6 metri... Finisce il primo tempo e i dragoni del Quarto si accalcano alla rete di recinzione per ascoltare i suggerimenti di mister Cocchi relegato in tribuna. Si sistemano alcune posizioni, si ragiona sul da farsi, si ritorna in campo decisi a vendere cara la pelle.
Inizia il secondo tempo e dopo 10 minuti viene sostituito Milito con Di Curzio. Passano cinque minuti e il Fontanelice trova una voragine difensiva e il solito Minoccheri trasforma direttamente dal rilancio del portiere. Il 2-1 stava stretto come risultato, ma il 3-1 era sfacciatamente impensabile. Al 18º altra sostituzione: Damoc per un evanescente Scalzotto. Cambia modulo il Quarto che si affida ad un 4-2-3-1; i padroni di casa sembrano dover definitivamente chiudere la gara con ripetuti tentativi in contropiede e Pistone rischia parecchio. La squadra capisce che gli avversari sono tranquilli e si rinchiudono nella loro metà campo pensando solo a delle ripartenze e dal 25º l'assalto ha inizio. A seguito di una parata in tuffo di Turrini, Di Curzio con una sagacia degna del più svezzato centravanti riesce con il portiere ancora a terra a rubare palla e di rapina segnare una rete che riaccende gli entusiasmi e mette in confusione gli avversari. Infatti dimostra di perdere la testa Civolani che viene espulso per aver commesso 2 falli in pochissimi minuti. Al 38º sempre con azioni in percussione Armaroli trova un velenoso diagonale che riporta in parità le compagini. Mancano 7 minuti più recupero e il Fontanelice era alle corde come un pugile suonato. I blancos tentano il tutto per tutto e allo scadere Pinto prova direttamente su punizione dal limite invece di ascoltare il mister che chiedeva il traversone al centro; dal tiro effettuato scaturisce una respinta ripresa da Gardini il quale sfronda un pioppo a Borgo Tossignano. Il sig. Presti di Imola sancisce la fine della gara con i dirigenti del Fontanelice particolarmente rabbuiati, come se fosse impensabile pareggiare o battere nell'imolese le squadre di casa.
Conclusioni: siamo una squadra che vive di amnesie, troppe e con ingenuità dettate dalla giovane età di molti giocatori, ma una luce si intravede e il lavoro del mister inizia a dare frutti che in prospettiva possono solo maturare.
Ci aspetta una nuova trasferta a Monterenzio la prossima settimana e contiamo di recuperare qualche infortunato e qualche assente. Sarà dura fino alla fine ma il morale dopo il 3-2 contro il Futa e questo 3-3 a Fontanelice dà coraggio!

08 Ottobre 2014
ORGOGLIOSA VITTORIA PER
3-2 IN CASA DELLA FUTA, MA
IL QUARTO E' INGIUSTAMENTE
FUORI DALLA COPPA EMILIA

L'ARTICOLO DEL PRES
E' realmente stata una battaglia e nel secondo tempo siamo venuti fuori alla grande andando vicinissimo con 6 occasioni nel finale al quarto gol, quindi superamento del turno. Primo tempo gol subìto al 25º con azione viziata da uno scambio di consegne da una rimessa laterale. Secondo gol dormita generale e ingenuità di Scardino che prende gol sul suo palo. Secondo tempo TRASFORMATI! Azioni a ripetizione nell'area avversaria ma sembrava una porta stregata. Al 20º azione con fallo da rigore in area non fischiato, palla ripresa e messa in area da Pradetto che innesca De Marco: fallo con caduta e rigore assegnato non tanto per questa azione quanto come compensazione del primo. Armaroli dal dischetto gol al sette alla destra del portiere. Passano 8 minuti e su azione manovrata Armaroli si inventa dal limite esterno un bolide che impatta sulla gamba del difensore e con traiettoria a pallonetto mette fuori gioco il portiere, e siamo sul 2 a 2. Passano altri sette minuti e al 35º con una azione a percussione sempre Armaroli tira un bolide che il portiere respinge di pugno ma in tuffo alla Pascutti Predieri insacca. 3 a 2 per noi e ancora una enormità di tempo per schiacciare il Futa nella propria area. Proviamo con Damoc, Armaroli, Pradetto, Mazzera e Milito gettato nella mischia ma purtroppo il quarto gol non viene e dopo 2 minuti di recupero che sono sembrati pochi visti i tre cambi per parte e interruzioni per infortunio durate ben più di un minuto, sentiamo il triplice fischio. Felici per la prestazione e il risultato, bocca amara per l'arbitraggio scandaloso dell'andata e la sconfitta in campionato sempre merito di un arbitro incompetente che fischia a senso unico e ci fa perdere contro una squadra che è alla nostra portata.

05 Ottobre 2014
UNA PRESTAZIONE CONVINCENTE
PREGIUDICATA DA UN ERRORE
DIFENSIVO NON PERMETTE
AL QUARTO DI RISOLLEVARSI

28 Settembre 2014
ASSENTE IN TUTTI I
FONDAMENTALI, IL QUARTO
AFFONDA AD IMOLA SOTTO
UNA PIOGGIA DI RETI

24 Settembre 2014
IN UN MATCH CON POCHE
OCCASIONI, L'ARBITRO
DIVENTA PROTAGONISTA E
PREGIUDICA IL CAMMINO
DEL QUARTO IN COPPA

21 Settembre 2014
PRIMI PUNTI PER IL QUARTO
IN CAMPIONATO, NEL
PIROTECNICO 4-3 RIFILATO
ALLA STELLA AZZURRA

Prima gara interna in campionato per il Quarto, chiamato già a riscattare la non eccelsa prestazione di sette giorni fa a Valsanterno, e per la terza volta nelle ultime 4 gare è scontro con la Stella Azzurra, già affrontata ed eliminata nel primo turno della Coppa Emilia.
Stesso clima e stesse condizioni del campo di Trebbo di due settimane fa, quando nel ritorno di coppa i ragazzi del presidente Rubini batterono gli avversari per 3-2 dopo essere stati avanti anche di tre reti.
Conferma del 4-4-2 per mister Cocchi, con una sola novità rispetto a domenica scorsa: l'esordio a centrocampo del nuovo acquisto Pradetto; anche la Stella Azzurra risponde con uguale modulo, schierando 3-4 volti nuovi rispetto alla sfida di coppa. Succede poco o nulla nei primi 20 minuti, con le squadre piuttosto compassate e prevedibili; poi una splendida giocata del Quarto porta al vantaggio: lancio di Milito, appoggio di petto di Armaroli per il cross dalla corsia mancina di Scalzotto, assist di tacco volante di Pinto nuovamente per Armaroli che di destro piega le mani a Tattini. Al 35º, però, gli ospiti hanno l'opportunità del pareggio, grazie ad un rigore commesso dall'ingenuo Gardini ai danni di Caroli, ma Iarusso spara alle stelle. La legge del "gol sbagliato, gol subìto" colpisce ancora, perché due minuti più tardi De Marco, subentrato all'infortunato Telesca, si improvvisa assist-man per la fuga di Armaroli che supera il portiere in uscita. Si direbbe un risultato tranquillo per i padroni di casa, anche perché il filtro del centrocampo funziona discretamente, le corsie sono ben presidiate da Milito e Grazia, Scalzotto sulla sinistra è una spinta continua e gli imolesi non sembrano in grado di pungere; ma, come spesso accade, il Quarto si fa male da solo, e proprio allo scadere della prima frazione un'errata respinta di pugno di Pistone su corner permette a Tosti A. il colpo di testa facile facile.
Analogo andamento nel secondo tempo: dopo 15 minuti senza che le squadre entrino quasi in area, i fuochi d'artificio con 4 reti in 10 minuti. Cominciano i biancorossi, che raggiungono il pari con Corsino, bravo a tagliare dietro il diretto marcatore e a piazzarla all'incrocio. Tre giri di lancette e Pinto riporta avanti i suoi con una bella volée al volo di sinistro dopo un doppio dribbling di Armaroli. Passano 60 secondi e nuovo pareggio imolese: Conti penetra centralmente nelle larghe maglie della difesa rossoblu, raccoglie la respinta di Pistone che ci aveva messo una pezza e serve ancora Corsino che insacca. Non è ancora finita, perché al 70º ci pensa sempre Armaroli a tramutare in oro un cross al bacio di Scalzotto. E' il suo 6º gol in due partite alla Stella Azzurra e il 4-3 definitivo, e nonostante un po' di apprensione finale, il Quarto porta a casa i primi punti in campionato.
Partita senza dubbio divertente, non è comune assistere a 7 gol in 90 minuti; certo, i gravi errori difensivi, da una parte e dall'altra, hanno influito non poco, e c'è da scommettere che in settimana mister Cocchi torchierà i suoi per registrare la difesa e l'intera fase di non possesso palla, cercando magari di spiegare che, in vantaggio di un gol a 5 minuti dal termine, è inconcepibile subire dei contropiede perché i terzini si spingono in avanti...
Tra l'altro, la settimana che viene prevede già il doppio impegno settimanale: mercoledì in casa contro la Futa per l'andata dei quarti di coppa, domenica ad Imola in casa dell'Imola 2004 per la terza di campionato.

14 Settembre 2014
IL QUARTO NON SFRUTTA
IL VANTAGGIO-LAMPO E
MACCHIA L'ESORDIO IN
CAMPIONATO CON UNA
SONORA SCONFITTA

Dopo il positivo primo turno di Coppa Emilia, che ha visto il Quarto qualificarsi senza grossi problemi, è già tempo di tuffarsi nel campionato, con i ragazzi del presidente Rubini che affrontano subito una delle trasferte più lunghe del girone, quella a Borgo Tossignano in casa del Valsanterno.
Dopo gradevoli paesaggi collinari e un bel po' di km segnati sul cruscotto, l'impianto sportivo di Largo Gruppo di combattimento Folgore si caratterizza per una posizione e una struttura particolari, con in più una tribuna coperta e un terreno di gioco in buone condizioni.
Mister Cocchi non azzarda il 3-3-1-3 visto domenica scorsa, in favore di un più prudente 4-4-2 con anche qualche modifica in uomini e ruoli; modulo che è anche quello adottato dagli imolesi. Ma i piani di tutti mutano già al 2º, quando il Quarto trova subito il gol con una punizione di Pinto che centra la traversa, colpisce le gambe del portiere Tani e si deposita in rete. Partita in discesa? Mica tanto, perché l'effetto è quello di iniziare una gara molto sulla difensiva, faticando a ripartire e subendo la costante pressione avversaria. I padroni di casa non sembrano però avere una mira infallibile, almeno fino al 35º quando Monti su punizione indovina la parabola a giro vincente. Sulle ali dell'entusiasmo, gli imolesi riescono a concludere la prima frazione addirittura in vantaggio, recuperando ciò che la dea bendata aveva concesso all'inizio: difesa ospite scoperta a destra, cross respinto da Pistone giusto sui piedi di Collina che colpisce la traversa ma la sfera impatta la schiena del portiere e rotola in rete. Lo stesso numero 1 del Quarto evita poco dopo il 3-1 sul colpo di testa di Freddi.
La ripresa si apre più equilibrata rispetto al primo tempo, sebbene il pallino del gioco sia sempre in mano dei giallo-flash di casa; i due cambi decisi dal mister, che fa entrare Pucci e Mazzera, danno un po' d'ordine a centrocampo, ma dura poco soprattutto perché al 15º arriva la mazzata: difesa bucata centralmente su un pallone che sembrava recuperato, Gardini trattiene Freddi e l'arbitro Yassine (sufficiente la sua direzione, a parte un paio di abbagli sulla regola del fuorigioco) assegna il penalty, trasformato dallo stesso numero 10 imolese. Il Quarto in fase offensiva non c'è più, Armaroli non ripete la superba prestazione di 7 giorni fa, e anche i tiri da fuori sono deboli o imprecisi; solo Pinto ci prova, ma senza fortuna. Ha buon gioco il Valsanterno che senza strafare controlla e riparte, impegnando ancora Pistone e alla fine trovando anche il 4-1 definitivo sempre con la spina nel fianco Freddi, nuovamente opportunista dopo un'incursione di Collina, con la difesa che balla pericolosamente.
Si poteva sperare in un esordio migliore, specialmente considerando il vantaggio conseguito dopo due minuti, invece il gol incassato, piuttosto che demoralizzare, ha svegliato i padroni di casa che, complici qualche amnesia degli avversari, hanno dilagato alla distanza. Al Quarto rimane la consapevolezza che ogni domenica sarà una battaglia, che non mancheranno altre (poche, si spera) scoppole, e che occorre lavorare sodo per eliminare la disunione tra i reparti e gli errori individuali e tattici che si sono visti oggi.
Domenica prossima, per la terza volta in quattro gare, i dragoni sfideranno la Stella Azzurra, questa volta in campionato dopo averla estromessa dalla coppa.

07 Settembre 2014
TUTTO SOTTO CONTROLLO PER IL
QUARTO NEL RITORNO DI COPPA :
LIQUIDATA LA STELLA AZZURRA,
SCOPRENDO UN FENOMENO

In attesa dell'inizio del campionato di domenica prossima, è ancora clima di Coppa Emilia con il ritorno del primo turno: i ragazzi del presidente Rubini, forti del 2-0 conseguito in terra imolese, ricevono la Stella Azzurra puntando concretamente al passaggio ai quarti.
Ottima giornata sia dal punto di vista climatico sia per quanto riguarda il campo, con l'impianto sportivo di Trebbo di Reno che, diventato il terreno casalingo di quest'anno, ospita per la prima volta da padroni di casa i 'vagabondi' dragoni degli ultimi anni.
E' un Quarto tutto da scoprire quello che scende in campo, con 5 giocatori nuovi subito titolari e un'età media molto giovane, per uno spregiudicato 3-3-1-3 che mister Cocchi osa schierare, potendo rischiare qualcosa nel testare il modulo; la Stella Azzurra, come all'andata, adotta un 4-4-2 molto scolastico, demandando alla coppia di centrocampo Conti-Iarusso il compito di creare gioco. L'inizio della gara è poco entusiasmante, con i rossoblu di casa che aspettano invano le offensive ospiti, i quali devono ribaltare lo 0-2 dell'andata. Perdipiù, al 10º, un infortunio alla spalla occorso a Bonetti obbliga la sospensione del match per mezz'ora per permettere l'intervento del 118, onde evitare ulteriori danni nello spostamento del numero 11 dal rettangolo di gioco. Alla ripresa, dopo una bella parata di Pistone su colpo di testa di Corsino e una potente punizione di Gardini respinta da Tattini, il Quarto passa al primo vero pericolo: è Armaroli a finalizzare al meglio una discesa di Scalzotto sulla sinistra e la conseguente sponda di petto di Predieri per battere a rete di destro dal limite dell'area. La Stella Azzurra, a dispetto del nome, è molto spenta: circolazione di palla lenta e sterile, lanci prevedibili, occasioni zero; è allora il Quarto a sfiorare il raddoppio prima con Predieri, sul quale il portiere si salva d'istinto, e poi con Mazzera (subentrato all'infortunato Marinaccio). Raddoppio che arriva sul finire del tempo ancora con Armaroli, con uno spettacolare sinistro al volo dai 25 metri che "risucchia" l'incerto Tattini.
La ripresa si prospetta quindi poco più di una formalità, i ritmi sono bassi complice un pomeriggio, pur non afoso, comunque caldo e soprattutto con le fatiche della preparazione ancora nelle gambe. I biancoblu ospiti prendono un po' più di campo, ma sono sempre i padroni di casa ad avere le occasioni migliori, come il colpo di testa di Milito da corner che il portiere devia sulla traversa; il terzo gol è solo rimandato di poco, e manco a dirlo è il sinistro di Armaroli a confezionare un altro gioiello che i video immortalano al meglio. Un po' di deconcentrazione del Quarto nel finale, con un errore per ciascuna fascia di campo, mandano in gol Corsino e poi Di Graziano, ma ciò non macchia più di tanto la buona prova offerta dal pacchetto arretrato Grazia-Gardini-Milito, con una nota di merito anche per Massi che ha garantito sempre adeguata copertura.
Tutto bene, quindi, sia per il risultato sia per la prestazione: il Quarto ha iniziato la gara con attenzione e concentrazione, badando innanzitutto a non concedere spazi agli avversari che avrebbero potuto riaprire il discorso qualificazione. Una volta compresa la poca pericolosità altrui, ha accelerato quel tanto che è bastato per volare sul 3-0, anche grazie alle prodezze già ricordate. Non preoccupa più di tanto il calo finale che ha permesso alla Stella Azzurra di andare in gol due volte, la sensazione è che con 5 gol complessivi di vantaggio si siano risparmiate un po' di forze. Piuttosto non bisogna esaltarsi troppo: gli imolesi non sono parsi un granché, magari nel doppio confronto avranno anche tenuto fuori qualche titolare, ma ad ogni modo c'è da scommettere che in campionato non sarà sempre così.
Campionato che scatterà domenica, già con la prima trasferta nell'imolese, precisamente a Borgo Tossignano in casa del Valsanterno.

31 Agosto 2014
IL QUARTO FA SUBITO
LA VOCE GROSSA : 2-0 IN CASA
DELLA STELLA AZZURRA
NEL PRIMO TURNO DI COPPA

L'ultima domenica di agosto coincide con l'inizio delle gare ufficiali, e come da tradizione ad aprire la stagione è la Coppa Emilia: il sorteggio ha abbinato il Quarto alla Stella Azzurra, con l'andata in terra imolese.
La partita è vissuta nei primi 10-15 minuti con lo studio reciproco delle squadre e con una predominanza della Stella Azzurra, ma dal 15º al 23º sono ben quattro le occasioni del Quarto con Armaroli (palo basso alla destra del portiere), Scalzotto (tiro al volo), cross in area e occasione di Marinaccio, e infine tiro forzato di Landini che termina a lato. Ma al 23º gran tiro da fuori area dal versante destro di Armaroli, il portiere pensa di bloccarla ma il pallone gli sfugge dai guantoni e, anche se con corsa rallentata, la sfera si insacca alla sua destra. Dal momento del gol e sino a fine partita la sterilità della Stella Azzurra si manifesta anche dalla volontà di arrivare ad un pareggio solo con tiri dalla distanza e con un'unica occasione: al 10º del secondo tempo parata miracolosa di Pistone e successivo salvataggio sulla linea di D'Andrea. Poca sofferenza per il Quarto che invece di rimessa riparte più volte e con un uno-due tra Scalzotto e Marinaccio ottiene il raddoppio con un bolide da fuori area imprendibile. La Stella Azzurra rimane in 10 per l'infortunio del centrale difensivo a cambi già effettuati; il mister imolese si agita nello spronare i suoi ad evitare di subire anche il terzo gol, così le occasioni finali vengono abilmente stoppate e addirittura, nell'ultima azione pericolosa, Predieri viene fermato dal triplice fischio dell'arbitro.

I GIRONI DEL CAMPIONATO
2014-2015

AGGIORNAMENTO
ECCO I GIRONI : IL QUARTO
MANTIENE IL GIRONE "M"
CHE E' PER META' IMOLESE.
CAMPIONATO AL VIA IL 14/09,
MENTRE LA COPPA EMILIA
SCATTERA' IL 31 AGOSTO
(CONTRO LA STELLA AZZURRA)

Con la diramazione da parte della F.I.G.C. dei gironi dei campionati dilettantistici (compresa quindi la Seconda Categoria), si può dichiarare ufficialmente aperta la stagione 2014-2015.
Mentre il girone "I" diventa un misto tra Bologna, Modena e Appennino, il girone "M" comprende per la maggior parte compagini dell'imolese, ed il Quarto, su richiesta della Federazione, accetta di esservi inserito. Il girone "L" è composto quest'anno, rispetto al passato, da meno formazioni della Persicetana, a favore di squadre provenienti dalle zone più disparate. La Federazione sembra aver privilegiato una certa eterogeneità, cosa che lascia più di qualche dubbio. Ma ecco i gironi nel dettaglio.

GIRONE I GIRONE L GIRONE M
APPENNINO 2000 BONONIA CASTEL SAN PIETRO
BAZZANESE DECIMA FONTANELICE
BO.CA. LAME FUTA
CA.RIO.CA. LIBERTAS ARGILE IMOLA 2004
CALCARA SAMOGGIA MOLINELLA JUVENILIA
CERETOLESE MONTEFREDENTE MONTERENZIO
L.A. MURATORI PIAN DI SETTA PALLAVICINI
LA DOZZA PILASTRO PIANORESE
MARZABOTTO PONTEVECCHIO PONTICELLI
PONTE RONCA RAINBOW QUARTO
REAL AZZURRI S.E.F. VIRTUS REAL CASTENASO
ROCCA MALATINA SANTAGATESE SIEPELUNGA
TREBBO SARAGOZZA STELLA AZZURRA
UNIVERSAL TRE BORGATE VALSANTERNO

Per quanto riguarda la Coppa Emilia (che si concluderà prima della pausa invernale, con le finali del 19/11 e 03/12), il primo turno vedrà il Quarto opposto alla Stella Azzurra, con l'andata in trasferta domenica 31 agosto e il ritorno a Trebbo (che sarà il nuovo impianto casalingo di quest'anno) il 7 settembre. Sicuramente un debutto impegnativo, contro una squadra imolese tradizionalmente ostica.
Lunedì 25 agosto, infine, riprenderà la preparazione, agli ordini del confermato mister Cocchi, alla sua terza stagione consecutiva alla guida tecnica, e con un rinnovato staff dirigenziale, il tutto sotto la supervisione del sempre appassionato e impegnato presidente Rubini.
A breve ci saranno tutti gli aggiornamenti, informazioni e prossimi appuntamenti. Restate sintonizzati!

Torna all'archivio principale delle notizie

Vai all'archivio della stagione 2013-2014

Vai all'archivio della stagione 2012-2013

Vai all'archivio della stagione 2011-2012

Vai all'archivio della stagione 2010-2011

Vai all'archivio della stagione 2009-2010

Vai all'archivio della stagione 2008-2009

Puoi scriverci a questo indirizzo :